Domenica 29 maggio, al Cinema Teatro Osoppo è stato presentato Unguarded, il documentario della regista newyorkese Simonetta D’Italia sulle carceri alternative APAC (Association for the Protection and Assistance of the Convicted): prigioni senza carcerieri nate negli anni Ottanta dall’esperienza del dottor Mario Ottoboni, che fondò la prima struttura in Brasile; oggi le APAC  sono diffuse, oltre che in Brasile, in diversi stati dell’America Latina e in Europa.

Una straordinaria storia di rispetto e di redenzione, una travolgente testimonianza di come la fiducia possa rigenerare l’umano.

A presentare il documentario davanti a una sala gremita: la regista Simonetta D’Italia, il giudice della Corte costituzionale Francesco Viganò, il giudice del Tribunale di Sorveglianza di Milano Simone Luerti, le giudici del Tribunale del Riesame di Milano Giulia Cucciniello e Bruna Rizzardi, e il Presidente di Sentieri del Cinema, Beppe Musicco.

Chi fosse interessato a proiettare pubblicamente Unguarded, può scrivere direttamente a simonetta.ditalia@gmail.com