Tratto da una graphic novel di successo e (molto vagamente) ispirato al bel romanzo di Thomas Hardy “Via dalla pazza folla” (esplicitamente citato sia nel nome del B & B per scrittori dove si svolge molta parte della storia che nel saggio che un accademico americano a corto di ispirazione cerca di scrivere), Tamara Drewe è uno di quei piccoli film inglesi simpaticamente scollacciati (per usare un termine fuori moda) anche se non del tutto privo di una sua morale, un racconto che offre diverse occasioni per ridere a patto di non pretendere troppo.,In un paesino bucolico, dove gli scrittori stressati vanno per trovare la pace e l’ispirazione e da cui un paio di quindicenni annoiate vorrebbero solo scappare, si incrociano i destini della protagonista eponima (un tempo sfigurata da un naso troppo importante e ora non solo diventata bellissima ma anche giornalista alla moda e aspirante scrittrice), di un giallista propenso all’adulterio e impenitente (ma la giustizia colpirà attraverso un deus ex machina imprevedibile quanto divertente), una pop star capricciosa che sembra saper amare solo il suo cane, un giovane agricoltore fusto e innamorato, e una serie di altri personaggi tutti più o meno “spostati” e descritti con piglio irriverente da Stephen Frears a suo agio con quell’umorismo tipicamente inglese che da Woodhouse in poi ha saputo fare affettuosa ironia della sua mitica campagna.,Se l’approccio satirico è apprezzabile, la storia un po’ troppo spesso si perde, nel compiacimento di qualche improbabile escamotage e i personaggi, a partire dalla confusa protagonista sempre disponibile a passare da un letto all’altro, risentono parecchio della bidimensionalità del fumetto d’origine. Con il risultato che più che appassionarsi ai loro scarsi turbamenti, si apprezzano i più o meno sottili rimandi alla trama del romanzo come pure qualche complice strale al mondo letterario e alla sua frequente “amoralità”. ,Il finale è ironicamente classico e pacificatorio: anche grazie all’intervento di un branco di mucche (quasi) tutti i segreti verranno allo scoperto, chi se lo merita verrà punito e Tamara troverà l’amore che l’aspettava da tanto tempo e che forse lei stessa non sapeva di desiderare. ,Laura Cotta Ramosino,