Parte stasera l’edizione numero 48 del Festival del cinema di Giffoni, da sempre dedicato interamente ai ragazzi. La nuova edizione della manifestazione, in scena dal 20 al 28 luglio a Giffoni Valle Piana (SA), potrà contare su numeri da record: 100 opere, di cui 11 italiane, in concorso nelle 8 sezioni competitive; 13 anteprime; 6 eventi speciali; 28 film tra maratone e rassegne; oltre 90 talent e  tantissimi ospiti. A scegliere i vincitori, come sempre, i 5601 giurati (dai 3 anni in su), provenienti da 52 Paesi del mondo.

Tra cinema e ambiente

Il tema di questa edizione del Festival sarà “Aqua“, per riflettere sul tema dello spreco delle risorse idriche e celebrare allo stesso tempo l’ambiente. Al mondo ‘acquatico’ saranno dedicate due rassegne: la Warner Bros proporrà otto film ad alta risoluzione (con tecnologia Atmos 4k UHD), ovvero Dunkirk, Vita di Pi, Heart of the Sea, Il sopravvissuto – The Martian, Mad Max: Fury Road, L’era glaciale – In rotta di collisione, Pan – Viaggio sull’Isola che non c’è e La forma dell’acqua. La Walt Disney porterà classici come La Sirenetta, Atlantis l’impero perduto, Lilo & Stitch, Alla ricerca di Nemo, Alla ricerca di Dory e Oceania.

Le anteprime più attese

Dopo la pre-apertura affidata all’horror Hereditary, il programma ufficiale parte il 20 luglio con l’evento dedicato al nuovo cinecomic Marvel, Ant-man and the Wasp, con Paul Rudd ed Evangeline Lilly che prenderanno parte alla presentazione. Tra le anteprime più attese ci sono quella di film d’animazione come Gli Incredibili 2, Teen Titans Go!, Ape Maia e le Olimpiadi del Miele, Hotel Transilavania 3 e Zanna Bianca, che sarà presentato dal regista Alexandre Espigares. Saranno inoltre presentati al Giffoni anche 44 Gatti, il nuovissimo cartone animato del Gruppo Rainbow, e Bene ma non benissimo, che segna l’esordio alla regia di Francesco Mandelli con una storia di bullismo. Infine, la commedia Come ti divento bella, in cui una ragazza sovrappeso (Amy Schumer) recupera la propria autostima in seguito a un incidente.

Gli ospiti internazionali e italiani

Oltre alle star di Ant-Man and the Wasp sono attesi a Giffoni altri due divi internazionali amati dai giovanissimi: Sam Claflin e Jeremy Irvine. Sam Claflin arriverà per l’anteprima nazionale del suo ultimo film Resta con me, che racconta la storia di due esperti navigatori alle prese con il più grande uragano mai abbattutosi nell’Oceano Pacifico. Jeremy Irvine, invece, arriverà il 25 luglio per  presentare Mamma Mia! Ci risiamo, sequel del musical ispirato alle celebri canzoni degli Abba.

Tantissimi anche i registi e attori italiani che incontreranno il pubblico, tra nomi emergenti e affermati. Tra loro, il regista Marco Ponti e l’attrice Matilda De Angelis, protagonista di Una vita spericolata, Ilenia Pastorelli, Ferzan Ozpetek, Jasmine Trinca, Simona Cavallari, Rocco Papaleo, Alessandro Siani e Gianmarco Tognazzi, Ficarra e Picone, Anna Valle, Frank Matano, Francesco Scianna e Fabio Troiano, Maccio Capatonda, Sarah Felberbaum, Cristiano Caccamo, Francesca Chillemi, Diana Del Bufalo, Brando De Sica, Francesca Giordano, Donato Carrisi, Dario Albertini e Diletta Leotta. Ad Andrea Bocelli, invece, sarà assegnato il premio Truffaut, attribuito nel corso degli anni ai nomi più importanti dello spettacolo internazionale.

Il concorso internazionale

Conflitti generazionali, diversità, bullismo, migrazioni, sentimenti, dubbi, adolescenza, crescita personale sono al centro dei 100 film in concorso, tra lungometraggi e cortometraggi, al Giffoni Film festival 2018. Tema di scottante attualità è quello affrontato da More, film turco di Onur Saylak, presentato subito venerdì 20 in concorso nella sezione +13 su un quattordicenne che aiuta il padre a gestire il traffico clandestino in Europa tra immigrazione sfruttamento immoralità e sofferenza umana.

Un fantasy potentissimo, sezione +13, sarà di scena sabato 21 luglio: diretto dal danese Anders Walter, I kill giants racconta la storia di un’adolescente che sceglie di sfuggire alla realtà della scuola e a una squallida vita familiare ritirandosi nel magico mondo di Titani e Giganti ma saranno i suoi giganti, cioè le sue paure rappresentate dai bulli della scuola, i suoi veri avversari da sconfiggere. Il keniano Friend di Wanuri Kahiu, presentato lo stesso giorno tra i +16, affronta il tema dell’omosessualità femminile in un paese in cui è contro la legge. Una storia ambientata in Siria (sezione +18) e diretta dall’olandese Hanro Smitsman è Brothers, sempre sabato 21 luglio: una strana coppia di fratelli formata da un cinico comico di cabaret e da un veterano afgano viaggiano verso il paese devastato dalla guerra in cerca del loro fratello più piccolo scomparso dopo aver lasciato un campo profughi in Giordania. Domenica 22 luglio sarà di scena il film Usa Some Freaks (+18) di Ian MacAllister McDonald con Thomas Mann, Marine Ireland e Lily Mae Harrington in una storia in cui un punk sovrappeso, un derelitto con un occhio solo e un gay lottano per dare un senso alla propria esistenza. Lo stesso giorno il concorso +16 schiera un altro film americano, l’opera prima di Jordana Spiro Night Comes on, storia di una ragazza che esce dal carcere minorile e intraprende un viaggio assieme alla sorella per vendicare la morte della madre.

Mercoledì 25 luglio, nella sezione +18, il giapponese The Hungry Lion di Takaomi Ogata affronterà il difficile tema della prostituzione minorile e della pedopornografia con la storia di un insegnante arrestato dopo pesanti accuse. This Crazy heart chiuderà il concorso +13 il 27 luglio: diretto dal tedesco Marc Rothemund (regista di La rosa bianca) il film, che uscirà anche in Italia, racconta la storia di due ragazzi diversissimi, uno figlio di papà, l’altro in costante pericolo di vita per una malattia cardiaca, tra cui nasce una sorprendente amicizia. Lo stesso giorno, nella sezione  +16 occhi puntati anche sul brasiliano Rust di Aly Muritiba, sulla deviazioni dei social media e del bullismo digitale capaci di distruggere le esistenze.

 

 Il trailer di Ant-Man and the Wasp, che apre il Giffoni Film Festival 2018: