La rassegna inizierà il 28 agosto alla sera con la proiezione de Il Golem-come venne al mondo, proiezione che aprirà anche il festival di Venezia.

Tra i film nella rassegna troviamo classici del cinema americano, tra cui i noir La città nuda di Jules Dassin e I gangsters di Robert Siodmak (e il remake di quest’ultimo del 1964 ad opera di Don Siegel), ma anche le commedie Nulla sul serio di William Wellman e il capolavoro di Billy Wilder A qualcuno piace caldo. Troviamo anche però opere provenienti da tutto il mondo come l’iraniano Brick and mirror, il russo L’ascesa o  il giapponese La strada della vergogna del grande Mizouguchi, opere appartenenti alla Nouvelle vague tra cui la pietra miliare L’anno scorso a Marienbad del maestro Alan Resnais, o ancora un cult vero e proprio come Essi vivono di Carpenter. Inoltre ci sono anche alcune pietre miliari del cinema italiano quali Il portiere di notte di Liliana Cavani e Morte a Venezia di Luchino Visconti e a chiudere due omaggi a dei grandi del nostro cinema recentemente scomparsi, La notte di San Lorenzo dei fratelli Taviani e Il posto di Ermanno Olmi.

Alla fine della mostra saranno assegnati il premio al miglior film restaurato e al miglior documentario sul cinema, da una giuria composta da 26 studenti di cinema delle università di cinema italiane presieduta dal regista Salvatore Mereu (Ballo a tre passiBellas mariposas).

I film presentati in Venezia Classici 75 sono:

THEY LIVE [ESSI VIVONO]
di JOHN CARPENTER (USA, 1988, 94’, Colore)
restauro: Studiocanal

IL PORTIERE DI NOTTE
di LILIANA CAVANI (Italia, 1974, 120’, Colore)
restauro: CSC-Cineteca Nazionale e Istituto Luce – Cinecittà

THE NAKED CITY [LA CITTÀ NUDA]
di JULES DASSIN (USA, 1948, 96’, B/N)
restauro: Torsten Kaiser – TLEFilms FRPS, Master Licensing Inc. e Brook Productions

KHESHT O AYENEH (BRICK AND MIRROR)
di EBRAHIM GOLESTAN (Iran, 1964, 130’, B/N)
restauro: Ecran Noir production (Mitra Farahani) e Ebrahim Golestan in collaborazione con Cineteca di Bologna

AKASEN CHITAI  [LA STRADA DELLA VERGOGNA]
di KENJI MIZOGUCHI (Giappone, 1956, 86’, B/N)
restauro: Kadokawa Corporation

IL POSTO
di ERMANNO OLMI (Italia, 1961, 95’, B/N)
restauro: Cineteca di Bologna e Titanus

L’ANNÉE DERNIÈRE À MARIENBAD [L’ANNO SCORSO A MARIENBAD]
di ALAIN RESNAIS (Francia, Italia, 1961, 94’, B/N)
restauro: Studiocanal con il supporto di Centre National du Cinéma et de l’image animée

EL LUGAR SIN LÍMITES [IL LUOGO SENZA LIMITI]
di ARTURO RIPSTEIN (Messico, 1977, 110’, Colore)
restauro: Cineteca Nacional México e Imcine

ADIEU PHILIPPINE [DESIDERI NEL SOLE]
di JACQUES ROZIER (Francia, Italia, 1962, 103’, B/N)
restauro: Cinémathèque française e A17 con il supporto di Centre national du cinéma et de l’image animée. In collaborazione con Les Archives audiovisuelles de Monaco, La Cinémathèque suisse e Extérieur Nuit.

VOSKHOZHDENIYE  [L’ASCESA]
di LARISA SHEPITKO (Russia, 1976, 110’, B/N)
restauro: Mosfilm (produttore del restauro Karen Shakhnazarov)

THE KILLERS [CONTRATTO PER UCCIDERE]
di DON SIEGEL (USA, 1964, 102’, Colore)
restauro: Universal Pictures in collaborazione con The Film Foundation

THE KILLERS [I GANGSTERS]
di ROBERT SIODMAK (USA, 1946, 95’, B/N)
restauro: Universal Pictures in collaborazione con The Film Foundation

LA NOTTE DI SAN LORENZO
di PAOLO E VITTORIO TAVIANI (Italia, 1982, 107’, Colore)
restauro: CSC-Cineteca Nazionale e Istituto Luce – Cinecittà

KOI YA KOI NASUNA KOI  [LA VOLPE FOLLE]
di TOMU UCHIDA (Giappone, 1962, 109’, Colore)
restauro: Toei Company, Ltd.

MORTE A VENEZIA 
di LUCHINO VISCONTI (Italia, Francia, USA, 1971, 130’ , Colore)
restauro: Cineteca di Bologna e Istituto Luce – Cinecittà in collaborazione con Warner Bros. e The Criterion Collection

NOTHING SACRED [NULLA SUL SERIO]
di WILLIAM A. WELLMAN (USA, 1937, 74’, Colore)
restauro: The Museum of Modern Art

SOME LIKE IT HOT [A QUALCUNO PIACE CALDO]
di BILLY WILDER (USA, 1959, 121′, B/N)
restauro: Park Circus in collaborazione con Metro Goldwyn Mayer e The Criterion Collection