Stavamo bene insieme è il titolo del documentario prodotto dalla piattaforma Dazn, e diretto da Mattia Molinari, che racconta l’epopea del Milan allenato da Carlo Ancelotti. Il racconto si sofferma sugli anni dal 2002 al 2007, quelli caratterizzati dalla vittoria di due Champions League, più una finale persa, ancpora oggi incubo per tutti i tifosi rossoneri. Ci sono sei protagonisti, ex giocatori che si raccontano in un palco costruito al centro del prato dello stadio S.Siro di Milano: Paolo Maldini, che di quel Milan era il leggendario capitano; Gennaro Gattuso, Alessandro Nesta, Andrea Pirlo, Filippo Inzaghi e Massimo Ambrosini che è il narratore e la voce fuori campo, essendo oggi uno stimatissimo opinionista di Dazn.

Rimane molto emozionante, soprattutto per un tifoso del Milan, ripercorrere le tappe fondamentali di quell’epopea. Dalla semifinale vinta contro l’Inter nel 2003 cui seguì il trionfo a Manchester contro la Juventus, alla drammatica sconfitta contro il Liverpool nel 2005 a Istanbul, fino alla rivincita contro gli stessi inglesi ad Atene nel 2007. I protagonisti raccontano e si raccontano citando retroscena, aneddoti e curiosità che permettono di capire come sia stato possibile che quel gruppo di straordinari giocatori e uomini abbia potuto raggiungere tali risultati. Il senso di tutto il documentario, però, è nel titolo: quegli atleti, quei professionisti, quei campioni stavano bene insieme: è così che hanno saputo vincere, perdere e poi rilanciarsi.

Molto belle anche le interviste fuori campo a Carlo Ancelotti, Adriano Galliani, allora amministratore delegato del Milan, Rafa Benitez, mister del Liverpool e a Gigi Buffon, portiere della Juventus che racconta molto bene le sue sensazioni, le sue scelte di portiere e il suo stato d’animo durante la serie di rigori di Milan – Juventus nella finale del 2003. Uno spazio d’onore è riservato a Ricardo Kakà, asso brasiliano che trascinò letteralmente la squadra alla vittoria del 2007. In Stavamo bene insieme si parla solo di Champions League e si fanno solo fugaci accenni ai campionati giocati in quegli anni, a sottolineare che per quel gruppo, l’ossessione era la vittoria della coppa dalle grandi orecchie. Finale ad effetto con Ambrosini che porta al centro del palco l’ultima coppa dei campioni vinta dal Milan: l’emozione sul volto dei giocatori, in primis le quasi lacrime di Paolo Maldini, valgono più di qualsiasi altra parola detta. Consigliato (soprattutto a tutti i tifosi milanisti).  Curiosità, per la foto di questa scheda abbiamo scelto un’immagine emblematica. Vediamo Gigi Buffon e Paolo Maldini sorridere mentre, passando davanti alla coppa, le sussurrano: “vieni da me, vieni da me…”… un momento di distensione prima di una sfida entrata nella storia del calcio italiano.

Stefano Radice

Clicca qui per rimanere aggiornato sulle nuove uscite al cinema

Clicca qui per iscriverti alla newsletter di Sentieri del cinema