Dopo la pre-apertura di martedì 28 agosto con il classico dell’espressionismo tedesco Il Golem, mercoledì 29 agosto si apre il sipario su Venezia 75. Preannunciato da polemiche di sostanza (legate alla presenza di Netflix e alle sue strategie che quasi sempre saltano la sala o pretendono la contemporanea con la propria piattaforma) o vacue (le mancate “quote rosa”, essendoci una sola regista in concorso…), il programma della Mostra del Cinema sembra sulla carta davvero tra i migliori delle ultime, già riuscite, edizioni. Si parte con First Man di Damien Chazelle, ancora con Ryan Gosling dopo La La Land (che passò sempre dalla Mostra) ma stavolta co un film decisamente diverso, essendo la stria del primo uomo sulla Luna: Neil Armstrong. Sempre in serata la consegna del Leone d’oro alla carriera a Vanessa Redgrave.

Si proseguirà fino all’8 settembre con i pretendenti al Leone d’oro – ci sono anche gli italiani Mario Martone, Luca Guadagnino e Roberto Minervini – e agli altri premi della giuria (presieduta da Guillermo del Toro, vincitore un anno fa con The Shape of Water), un ricco fuori concorso, le sezioni più sperimentali Orizzonti e Sconfini e quelle autonome, la Settimana della Critica e le Giornate degli Autori. Senza contare la sempre bellissima sezione Venezia Classici, che consigliamo ai più giovani di passaggio al Lido di Venezia. Ci saremo anche noi di Sentieri del Cinema, con una piccola ma combattiva redazione che vi invierà quotidianamente le proprie impressioni sui film visti. Da approfondire poi nelle recensioni più meditate dei prossimi mesi (a parte i film che usciranno a stretto giro).

Parte Venezia… Noi ci siamo. Seguiteci, come sempre!

Antonio Autieri