Nicholas Hoult, noto per aver interpretato il mutante Bestia nella saga di X-Men, il prossimo 22 luglio sarà ospite del Giffoni Film Festival – il prestigioso festival di cinema per ragazzi – dove racconterà alla giovane Giuria della 46esima edizione la sua breve ma già importante carriera. Nato a Wokingham il 7 dicembre del 1989, Nicholas Caradoc Hoult lascia la scuola a soli dodici anni per tentare la carriera di attore e si iscrive alla Sylvia Young Theatre School, una delle più prestigiose istituzioni d’arte drammatica di Londra. L’esordio al cinema è a soli sei anni in Relazioni intime di Philip Goodhew (1996), ma la notorietà arriva qualche anno più tardi, nel 2002, quando veste i panni di Marcus, il ragazzino che irrompe nella vita del superficiale Will (Hugh Grant) nel bellissimo About a Boy di Chris e Paul Weitz. Da quel momento per il giovane attore fioccano tante proposte, sia per ruoli televisivi (è nella serie Star e nel teen drama Skins), che cinematografici (The Weather Man – L’uomo delle previsioni, A Single Man). Nel 2010 interpreta Eusebios in Scontro tra titani, accanto a Liam Neeson, Ralph Fiennes e Sam Worthington.

È il preludio alla prova epica di X-Men: L’inizio (2011, di Matthew Vaughn) in cui Hoult è Hank McCoy/Bestia. La sua animalesca trasformazione, dal genio dal carattere introverso al mutante dal folto pelo blu, convince e conquista il pubblico della saga cinecomics anche nei sequel firmati da Brian Singer X-Men – Giorni di un futuro passato (2014) e X-Men: Apocalisse (2016). Dopo aver dato anima e corpo al singolare zombie R in Warm Bodies, film di Jonathan Levine del 2013 tratto dall’omonimo romanzo di Isaac Marion, lo ritroviamo nel ruolo di Nux in Mad Max: Fury Road (2015), acclamato sequel della saga degli anni 80 e vincitore di ben sei Premi Oscar. Dagli scenari apocalittici alla guerra sul campo, Hoult tornerà prossimamente sul grande schermo nei panni di Matt Ocre in Sand Castle, diretto da Fernando Coimbra. Ambientato nel 2003 in Iraq e scritto da Chris Roessner, il film (attualmente in fase di post-produzione) prende spunto dalla vera storia dello sceneggiatore che in quel periodo si trovava nel triangolo sunnita come mitragliere. Attualmente è impegnato, al fianco di Kevin Spacey, nelle riprese di Rebel in the Rye di Danny Strong: il film racconta la vita dello scrittore J.D. Salinger, incentrandosi sulla nascita del capolavoro letterario Il giovane Holden.

Massimo Gianvito