Un uomo senza qualità e afflitto dall'incomprensione della moglie, cerca di dare una svolta alla propria vita: entrerà in un vortice che porterà la sua esistenza alla rovina. Il valore della propria vita, il proprio posto nel mondo, l’incidenza del caso, ma soprattutto l’apparente ingiustizia della vita di fronte al desiderio frustrato di un cambiamento. Dai fratelli Coen, un bellissimo e dolente film, che nel finale ha lo scatto d’ali migliore degli ultimi anni: la speranza di un senso che ricomponga la propria vita, ma anche la certezza che esiste un luogo dove ritrovarsi, dove “troverò quelle parole che qui non ho saputo dirle”.,Antonio Autieri