Leone d’Oro a L’événement di Audrey Diwan. Si è chiusa così, con l’assegnazione dei premi più attesi, la 78ma edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Applausi convinti ai premiati durante la cerimonia di chiusura con madrina l’attrice Serena Rossi e che ha avuto nella commozione di Paolo Sorrentino (2.15’00” al link su Youtube) uno dei momenti più toccanti della serata. Di seguito il palmarès di Venezia 78 che ha visto come presidente della giuria il regista coreano Bong Joon Ho:

LEONE D’ORO: L’événement di Audrey Diwan (nella foto)

LEONE D’ARGENTO – GRAN PREMIO DELLA GIURIA: È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino

LEONE D’ARGENTO PER LA MIGLIOR REGIA: Jane Campion per The Power of the Dog

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA: Il buco di Michelangelo Frammartino

COPPA VOLPI PER LA MIGLIOR INTERPRETAZIONE MASCHILE: John Arcilla per On the Job: The Missing 8

COPPA VOLPI PER LA MIGLIOR INTERPRETAZIONE FEMMINILE: Penélope Cruz per Madres paralelas

PREMIO OSELLA PER LA MIGLIOR SCENEGGIATURA: Maggie Gyllenhaal per The Lost Daughter

LEONE DEL FUTURO – PREMIO OPERA PRIMA “LUIGI DE LAURENTIIS”: Imaculat di Monica Stan e George Chiper–Lillemark

PREMIO MARCELLO MASTROIANNI AL MIGLIOR ATTORE O ALLA MIGLIOR ATTRICE EMERGENTE: Filippo Scotti per È stata la mano di Dio

PREMIO FIPRESCI: L’événement di Audrey Diwan

MIGLIOR FILM (CONCORSO ORIZZONTI): Piligrimai di Laurynas Bareisa

MIGLIOR REGIA (CONCORSO ORIZZONTI): Éric Gravel per À plein temps

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA (CONCORSO ORIZZONTI): El Gran Movimiento di Kiro Russo

MIGLIOR SCENEGGIATURA (CONCORSO ORIZZONTI): Péter Kerekes e Ivan Ostrochovský per 107 Mothers

MIGLIOR INTERPRETAZIONE MASCHILE (CONCORSO ORIZZONTI): Piseth Chhun per Bodeng sar

MIGLIOR INTERPRETAZIONE FEMMINILE (CONCORSO ORIZZONTI): Laure Calamy per À plein temps

Clicca qui per rimanere aggiornato su tutte le novità al cinema

Clicca qui per iscriverti alla newsletter di Sentieri del Cinema