È Fuocoammare di Gianfranco Rosi il film italiano candidato all’89ma edizione degli Oscar. La Commissione di Selezione per il film italiano da candidare nella corsa alle celebri statuette, istituita dall’ANICA (l’associazione delle aziende cinematografiche, produttori e distributori in primis) su invito della Academy of Motion Picture Arts and Sciences, si è riunita oggi lunedì 26 settembre davanti a un notaio: era composta da Nicola Borrelli (direttore generale cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo), dai produttori Tilde Corsi e Roberto Sessa, dai distributori Osvaldo De Santis e Francesco Melzi d’Eril, dai critici Piera Detassis (che presiede anche il Festival di Roma) ed Enrico Magrelli, dal regista Paolo Sorrentino e dallo scrittore Sandro Veronesi. Dopo alcune votazioni, la scelta è caduta su Fuocoammare, il documentario su Lampedusa e la tragedia dei migranti diretto da Gianfranco Rosi (già autore di Sacro GRA) che vinse a febbraio l’Orso d’oro al Festival di Berlino, che dunque rappresenterà il cinema italiano alla selezione del Premio Oscar per il miglior film in lingua non inglese.
L’annuncio delle nomination è previsto per martedì 24 gennaio 2017, mentre la cerimonia di consegna degli Oscar si terrà al Dolby Theatre di Los Angeles domenica 26 febbraio 2017.