A tutti gli amanti del cinema, Danny Aiello rimane in mente per il ruolo di Sal, il pizzaiolo newyorkese di Fa’ la cosa giusta di Spike Lee (che gli valse un Golden Globe e una nomination all’Oscar): con quel suo viso largo ed espressivo, un mezzo sorriso che faceva sempre capolino anche nelle espressioni più truci; un aspetto massiccio (era alto quasi un metro e novanta) di chi non ha paura di niente e di nessuno, ma che può essere un amico fedele che sa sempre cosa fare. Aiello, fedele al ruolo di italoamericano, aveva recitato con successo nel secondo episodio de Il Padrino di Francis Coppola, in C’era una volta in America di Sergio Leone, in La rosa purpurea del Cairo e Radio Days di Woody Allen e accanto a Cher nel gustosissimo Stregata dalla luna di Norman Jewison.

Nonostante il suo fisico imponente, sapeva essere delicato e anche ballare e cantare in scena, come in Hudson Hawk al fianco di Bruce Willis, film non indimenticabile, ma cui aveva dato un tocco particolare di originalità e classe coi suoi numeri musicali. Padre di quattro figli, di cui due entrati nel mondo del cinema, Aiello si è spento il 12 dicembre nel New Jersey, dove aveva sempre vissuto accanto alla moglie Sandy.

Beppe Musicco