Il colore della libertà racconta la vicenda di Bob Zellner, un giovane universitario bianco dell’Alabama che negli anni 60 si fece coinvolgere e partecipò appassionatamente alle marce che la comunità afroamericana organizzò per rivendicare quei diritti civili che le erano negati e che incendiarono soprattutto il Sud degli Usa.

L’aspetto interessante de Il colore della libertà, diretto da Barry Alexander Brown e tratto dall’autobiografia di Bob Zellner, non è tanto il fatto di incentrarsi sulle battaglie per i diritti civili e contro la segregazione che hanno segnato la vita politica statunitense negli anni 60 e non solo, quanto che lo fa raccontando l’impegno e la battaglia per gli stessi lavori di un ragazzo dell’Alabama e per giunta bianco e discretamente benestante.  Quando pensiamo a quegli anni e ai film che li hanno raccontati, le vicende e i protagonisti sono sempre stati afroamericani (anche giustamente). Nel film di Brown, il punto di vista quindi è diverso. Rispetto al titolo italiano (tra l’altro lo stesso del film di Billie August del 2007), più appropriato sembra quello originale Son of the South perché il film è proprio il racconto di un “figlio del Sud” che sceglie l’impegno politico a favore dei neri in un contesto decisamente ostile e di forti pregiudizi e per di più con un nonno membro del Ku Klux Klan, anche se nel film si vede il rispetto che comunque il giovane ha nei confronti dell’anziano parente.

Quello che ci aspetterebbe da un film che affronta questi temi sono il pathos, la tensione politica ed etica, l’identificarsi con il protagonista e con la sua indignazione; invece, Il colore della libertà è un film lineare, con ritmo e anche ben girato ma “freddo” e un po’ televisivo si sarebbe detto un tempo; non ci sono guizzi particolari o trovate sorprendenti dal punto di vista registico. Per quanto riguarda il cast, nei panni di Bob troviamo Lucas Till (visto negli X-Men), in quelli del nonno J.O troviamo un veterano come Brian Dennehy in una delle sue ultime apparizioni.

Aldo Artosin

Clicca qui per rimanere aggiornato sulle nuove uscite al cinema

Clicca qui per iscriverti alla newsletter di Sentieri del Cinema