In Hypnotic Danny Rourke è un detective in forte crisi dopo il rapimento della piccola figlia e la fine del matrimonio. La rapina a una banca gli fa trovare un indizio che lo porta a rimettersi sulle tracce dei possibili malviventi, ma si trova coinvolto in una serie di eventi misteriosi che hanno a che fare con piani segreti del governo…

L’esperto Robert Rodriguez (Dal tramonto all’alba, C’era una volta in Messico, Sin City) porta sulla piattaforma Prime Video questo thriller action che ha per protagonista Ben Affleck nei panni di Danny Rourke. Il riferimento cinematografico, citato esplicitamente più di una volta, è Inception di Christopher Nolan; Rourke, infatti, viene coinvolto sempre più in un vortice psicanalitico che ha a che fare con l’ipnosi. Lentamente, infatti, si scopre che la figlia non è stata rapita ma nascosta dallo stesso detective per proteggerla da chi voleva rapirla per farla entrare ancora piccola in un programma governativo.

Il problema del film è che i piani del racconto, quello che si basa sulla realtà e quello incentrato sull’ipnosi, sono piuttosto confusi e altrettanto lo è il finale con una resa dei conti che ricorda i western. Hypnotic, ben lontano dal livello del capolavoro di Nolan, è il disvelamento, azione dopo azione, di una complessa messa in scena in cui niente è come sembra. Ne fa le spese il film stesso che inizialmente attrae ma poi si perde nella sua ambizione. Non memorabile, inoltre, l’interpretazione di Ben Affleck. Nel cast compaiono anche Alice Braga nei panni di Diana, moglie di Danny, e William Fichtner in quelli dell’ambiguo e manipolatore Dellrayne.

Stefano Radice

Clicca qui per rimanere aggiornato sulle nuove uscite al cinema

Clicca qui per iscriverti alla newsletter di Sentieri del cinema

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Youtube