Black Adam inizia nel 2.600 a.C nella fittizia città di Kahndaq dove un despota schiavizza il suo popolo alla ricerca di un materiale, l’Eternium, con cui costruire una corona che gli darebbe immortalità e onnipotenza. Un ragazzino gli si oppone e, prima di venire ucciso, viene salvato dai Guardiani della Magia che  gli danno super poteri trasformandolo in Teth-Adam. Il nuovo Campione si scaglia così contro il sovrano, uccidendolo e distruggendo l’intero palazzo. Spaventati dalla furia del giovane, i Maghi lo rinchiudono in una prigione nelle viscere della terra. Arrivati ai giorni nostri, ritroviamo Kahndaq dominata dall’organizzazione criminale Intergang. Adrianna, una giovane studiosa, va alla ricerca della famosa corona che fa gola a tutti i criminali, per eliminarla definitivamente. Caduta in trappola insieme al fratello tra i ruderi del vecchio palazzo regale, utilizza la formula magica per riportare in vita Teth-Adam che inizia di nuovo a seminare vendetta e morte con il nuovo nome di Black Adam…

Diretto da Jaume Collet-Serra, Black Adam è lo spin off di Shazam! divertente cinecomic del 2019. Si tratta di un nuovo tentativo da parte di Dc Comics di creare un proprio universo cinematografico come quello di Marvel, ma i risultati sono poco convincenti. Accanto al personaggio di Black Adam (Dwayne Johnson), infatti, appare anche la squadra Justice Society composta da Dottor Fate (Pierce Brosnan), Hawkman (Aldis Hodge), Cyclone (Quintessa Swindell) e Atom Smasher (Noah Centineo) che ricordano molto da vicino i personaggi Marvel di Dottor Strange, Falcon, Tempesta e Ant-Man. Il film ha poca trama. Viene costruito in due ore quasi ininterrotte di scontri e duelli. A iniziare da quelli di Black Adam contro i poliziotti della Intergang, per continuare con quelli contro la Justice Society che vorrebbe neutralizzarlo, per finire con l’alleanza tra di loro per sconfiggere la minaccia rappresentata dall’ultimo discendente del re di Kahndaq, Sabbac (Marwan Kezzari),  tornato in possesso della corona malefica. Aggiungiamoci anche la vicenda di Adrianna (Sarah Shai) impegnata a combattere la Intergang, e del figlio Amon (Bodhi Sabongui) che la vuole aiutare in tutti i modi e che diventa molto amico di Black Adam.

Non mancano sprazzi di ironia, soprattutto negli sguardi di Dwayne Johnson e negli scambi di battute british con Pierce Brosnan, in un film che racconta la trasformazione di Black Adam da eroe oscuro, violento e vendicativo a personaggio che impara a combattere con gli altri contro i veri malvagi. Ma è un po’ poco a nostro avviso. Il film si fa vedere, per carità, ma un po’ più di accuratezza nella  sceneggiatura e un maggior approfondimento dei personaggi, non avrebbe guastato. Il finale aperto e il successo al box office mondiale fanno presagire un sequel, staremo a vedere. In chiusura segnaliamo anche un tributo alla trilogia del dollaro di Sergio Leone e un cameo di Henry Winkler, in arte Fonzie…

Stefano Radice

Clicca qui per rimanere aggiornato sulle nuove uscite al cinema
Clicca qui per iscriverti alla newsletter di Sentieri del cinema
https://youtu.be/FV1AhDCy2L0