Si può far ridere con un film in tempo di crisi? Certo che si può. Però All'ultima spiaggia non ci riesce. Strutturato come film a episodi, prende lo spunto dal casting di un nuovo reality per raccontare la storia di quattro persone che, complici le disavventure a loro capitate, cercano di essere selezionati dalla trasmissione. Si parte da una coppia lesbica che cerca di avere un figlio; per raggiungere lo scopo una delle due donne (Nicole Grimaudo) si rimette in contatto con l'ex fidanzato (Dario Bandiera) suscitando la gelosia della compagna. Nel secondo episodio, una guardia giurata (Giuseppe Giacobazzi) cerca di rapinare la banca in cui lavora – con esiti tragicomici – perché non riesce a ottenere un mutuo mentre nel terzo racconto un marito viene a scoprire dagli amici che la moglie ha un passato da pornostar. Nell'episodio finale un imprenditore del Nord (Ivano Marescotti) viene ricoverato a Napoli entrando in contatto con la malasanità del Sud e con l'esuberanza partenopea.,Il film di Gianluca Ansanelli scorre via come acqua (troppo) fresca. Si ride poco e gli episodi, sinceramente, sono abbastanza scontati. Si salva Ivano Marescotti con la sua maestria; l'episodio che lo vede protagonista è anche il meglio riuscito con il suo finale un po' commovente e sentimentale. Dario Bandiera ci sembra poi un talento sprecato. Forse la formula del film a episodi va ripensata o, forse, si tratta solo di un film poco riuscito.,Stefano Radice