Un viaggio alla scoperta del nuovo cinema iraniano. È quello che offre agli spettatori la rassegna Nuovo Cinema Teheran, proposta da Academy Two nelle sale cinematografiche a partire dal 23 giugno. Quattro film, tre opere prime e una conferma, realizzati da giovani registi iraniani provenienti dai più importanti festival internazionali: Un mercoledi di maggio di Vahid Jalilvand, in Concorso nella sezione Orizzonti all’ultima Mostra del Cinema di Venezia dove ha vinto il Premio Fipresci; Nahid della regista Ida Panahandeh, Future Promising Prize al Festival di Cannes 2015; A Girl Walks Home Alone at Night di Ana Lily Amirpour, con protagonista una ragazza vampiro, presentato al Sundance Film Festival; infine, il nuovo film di Mani Haghighi A Dragon Arrives!, presentato in concorso al 66° Festival di Berlino.

L’iniziativa rappresenta certamente un’occasione per scoprire la nuova generazione di registi che opera oggi in Iran. Una generazione che si sente finalmente libera di raccontare storie che parlano persiano, che traggono ispirazione dal vissuto della società e della cultura iraniana senza necessariamente dover rendere conto del sistema politico, del sistema religioso, delle contraddizioni, dei paradossi, delle ingiustizie e delle disuguaglianze che la Storia ha messo loro davanti. Una rassegna che testimonia la maturità che questi autori hanno acquisito negli anni a dispetto di tutte le limitazioni, le censure e gli ostacoli. Il 23 giugno arriverà al cinema Un mercoledi di maggio, il 27 giugno Nahid (versione originale sottotitolata), il 28 giugno A Dragon arrives! (versione originale sottotitolata) e il 30 giugno la versione italiana di A Girl Walks Home Alone at Night.

 

(ev)