Le sorelle Macaluso di Emma Dante è risultato il film più premiato il 22 giugno, al Maxxi di Roma, alla 75ma edizione dei Nastri d’Argento, storico premio dedicato al cinema italiano che si assegna in base ai voti del Sindacato Giornalisti Cinematografici Italiani. Oltreché per il miglior film, il lavoro di Emma Dante è stato premiato, tra gli altri, anche per la migliore regia e la miglior produzione. Grande successo anche per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose di Sydney Sibilia, migliore commedia premiata anche per l’interpretazione di Elio Germano che ha vinto in quattro categorie, e ha ottenuto un quinto Nastro anche per il produttore.

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose ha vinto quattro Nastri d’Argento

Pietro Castellitto con I predatori, premiato anche per il miglior attore non protagonista Massimo Popolizio, si è confermato come miglior esordiente ai Nastri d’Argento. Per Cosa sarà di Francesco Bruni, Nastro alla sceneggiatura e a Kim Rossi Stuart come miglior attore protagonista. Sorpresa tra le attrici con i Nastri andati a Teresa Saponangelo, migliore attrice protagonista per Il buco in testa, e Sara Serraiocco, migliore non protagonista per Non odiare. Migliori attrici in una commedia, ex aequo, sono risultate Miriam Leone (L’amore a domicilio) e Valentina Lodovini (10 giorni con Babbo Natale). Nastro di Platino per Sophia Loren, protagonista de La vita davanti a sé di Edoardo Ponti premiato con Laura Pausini (“Io sì/Seen”) per la migliore canzone originale. Tra i premi speciali, il film dell’anno è risultato Miss Marx di Susanna Nicchiarelli.

foto: Le sorelle Macaluso (Emanuela Scarpa)

Clicca qui per conoscere tutte le novità al cinema

Clicca qui per iscriverti alla newsletter di Sentieri del Cinema