Il Taormina FilmFest 2017 si presenterà quest’anno con una veste rinnovata: dal 6 al 9 luglio, infatti, il ricco programma dell’edizione numero 63 del festival di Taormina prevede una maratona di cinema nazionale ed internazionale basata sulla qualità e sull’impegno sociale e culturale, quattro importanti Master Class, sei film in anteprima nazionale e proiezioni di documentari patrimonio della cultura rappresenteranno i punti principali della manifestazione. Saranno tre le locations principali, Palazzo dei Congressi, Cinema Olimpia e Villa Comunale: a queste, se ne aggiungeranno numerose altre per la Notte del Cinema, prevista per l’8 luglio in collaborazione con il Comune di Taormina.

Il festival 2017 si caratterizzerà per la contaminazione tra le arti: cinema, musica, teatro, opera lirica, letteratura si incontreranno e si intrecceranno. Una Master Class il 7 luglio sarà dedicata a Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, registi di Sicilian Ghost Story (che ha inaugurato con grande successo la Semaine de la Critique a Cannes). La Master Class sarà preceduta dalla proiezione del film La morte corre sul fiume (1955), il classico di Charles Laughton che ha cambiato il volto del cinema noir e che ha ispirato e influenzato i due registi siciliani. Il 9 luglio sarà la volta di Isabella Ragonese, vincitrice del Globo d’Oro come migliore attrice protagonista del film Il padre d’Italia di Fabio Mollo. Le giornate taorminesi proietteranno una selezione di ben cinque dei suoi film più rappresentativi: Tutta la vita davanti di Paolo Virzì, Sole cuore amore di Daniele Vicari, Dieci inverni di Valerio Mieli, Il primo incarico di Giorgia Cerere e, appunto, Il padre d’Italia.
Saranno sette i film stranieri in anteprima nazionale, tutti provenienti dal Festival di Cannes: Rodin di Jacques Doillon (nella foto), Hikari (Radiance) di Naomi Kawase, Becoming Cary Grant di Mark Kidel, Oh Lucy di Atsuko Hirayanagi, Patti Cakes di Jeremy Jasper, La Cordillera di Santiago Mitre e Le Phantomes d’Ismael di Arnaud Desplechin. Anche il cinema italiano sarà presente con alcune prime assolute: Totò e Vicè di Umberto De Paola e Marco Battaglia, Mario Soffia sulla cenere di Alberto Castiglione, Handy di Vincenzo Cosentino e Sette giorni di Rolando Colla. Sarà nutrito anche il gruppo di documentari: fra questi, Macbeth di Daniele Campea, in prima nazionale.
Come anticipato, il Taormina FilmFest 2017 sarà anche caratterizzato da una vera e propria Notte  del Cinema: la sera dell’8 luglio si avvicenderanno proiezioni di film, documentari, concerti e presentazioni di libri in angoli suggestivi di Taormina; due film, Arancia meccanica di Stanley Kubrick e Lezione 21 di Alessandro Baricco, indagheranno a fondo la IX Sinfonia di Beethoven, eseguita nella stessa sera al Teatro Antico dall’Orchestra e Coro del Massimo di Palermo diretta da Zubin Mehta. E ancora, due spettacoli dal vivo: il fisarmonicista Pietro Adragna eseguirà musiche di Luis Bacalov tratte da Il Postino; il pianista Giovanni Renzo accompagnerà le immagini de Il Gabinetto del dottor Caligari.

Danilo Biazzo