Tanna

Tanna

- in AL CINEMA, CONSIGLIATO, FILM
323
Commenti disabilitati su Tanna
tanna

Due giovani dell’isola di Tanna, nell’Oceano Pacifico, si innamorano. Ma fanno parte di due tribù nemiche e la loro storia viene osteggiata in ogni modo. Non resta che la fuga.

Download PDF

L’isola di Tanna, nell’arcipelago delle Vanuatu (Oceano Pacifico meridionale, a 1.750 km dall’Australia), è abitata da diverse tribù rivali. Un uomo e una donna commettono l’errore di innamorarsi ma appartengono a clan nemici. La loro storia viene osteggiata in ogni modo e per i due giovani non resta che un’unica soluzione: la fuga per coronare il loro sogno. Ma nascondersi non sarà facile.

Piccolo ma significativo film che ha vinto alla Settimana della critica al festival di Venezia 2015 ed è stato candidato agli Oscar come miglior film straniero per l’Australia, è stato definito come una sorta di Romeo e Giulietta. Al di là della sceneggiatura, che si ispira a una storia vera del 1987, i grandi protagonisti di questa storia sono la natura, i paesaggi di Tanna in cui lo spettatore si immerge e gli abitanti dell’isola. Un aspetto molto interessante del film riguarda infatti proprio le tribù coinvolte. Era la prima volta che venivano in contatto con il cinema e i due registi – non a caso due documentaristi, Martin Butler e Bentley Dean – sono stati molto abili nel riuscire a convincerli a partecipare. Un lavoro che ha richiesto mesi di preparazione e di conoscenza reciproca tanto è vero che Butler e Dean si sono trasferiti a Tanna con le rispettive famiglie.

Il film ha dunque anche un importante valore antropologico e documentaristico perché quello che si vede è il reale modo di vivere e di comportarsi degli abitanti che ancora oggi abitano l’isola. Merito del piccolo distributore Tycoon Distribution aver portato sui nostri schermi un’opera che altrimenti sarebbe stata relegata solo al passaggio alla Mostra del Cinema di Venezia. E sarebbe stato un vero peccato.

Stefano Radice

 

About the author