Per ricordare Pasolini

Per ricordare Pasolini

- in NEWS
1400
Commenti disabilitati su Per ricordare Pasolini
Download PDF

Pochi giorni fa ricorrevano i 40 anni dalla barbara uccisione di Pier Paolo Pasolini. Il Centro Culturale di Milano, in collaborazione con Sentieri del Cinema ed Ente dello Spettacolo, organizza una serie di momenti per riflettere sull’importanza di questo grande intellettuale: oltre a mostre e incontri, è prevista una rassegna di tre suoi film, tra i principali della sua filmografia, che saranno presentati nelle prossime settimane al CineTeatro San Carlo (Via Morozzo della Rocca, 12 (MM1 Conciliazione, MM2 – Cadorna – S. Ambrogio). Due spettacoli, alle 17 e alle 21, a ingresso gratuito. Allo spettacolo serale, con Camillo Fornasieri, direttore del Centro Culturale di Milano, ci sarà anche a introdurre il film un critico di Sentieri del Cinema.
Aprirà la rassegna mercoledì 11 novembre Accattone, seguiranno il 18 i due film brevi La Ricotta e Cosa sono le nuvole, chiuderà il ciclo mercoledì 25 Il Vangelo secondo Matteo.

Questo il programma più dettagliato della rassegna:

11 NOVEMBRE    h. 17 e h. 21
Accattone (1961)
accattone manifesto“Accattone” è il soprannome affibbiato ad un giovane che, in una borgata romana, vive senza far nulla, alle spalle di una prostituta, Maddalena. Quando la ragazza finisce in carcere, Accattone si trova a mal partito. Respinto e malmenato dopo un tentativo di riavvicinare la moglie, che vive insieme al figlioletto in casa del padre e del fratello, il giovanotto tenta di sostituire Maddalena con una ragazza di nuova conoscenza: Stella. Costei, incredibilmente ingenua e fidente, non è fatta però per il triste mestiere ed Accattone, che s’è innamorato, decide di trovarsi un lavoro per mantenere se stesso e la ragazza.

18 NOVEMBRE   h. 17 e h. 21
La Ricotta (1963)

manifesto la RicottaUn cattivissimo Orson Welles sta girando nella campagna romana un kolossal biblico in cui ricostruisce, come tableau vivent la deposizione del Rosso Fiorentino. A impersonare la figura di uno dei ladroni viene reclutato un proletario, di nome Stracci, dalla fame atavica. L’improvvisa abbondanza di ricotta gli procura un’indigestione fatale.

 


Cosa sono le nuvole (1968)

manifesto che cosa sono le nuvoleIn un teatro, dinanzi a un pubblico popolare, viene messa in scena una versione in chiave comica dell’Otello: i personaggi sono attori-marionette: Totò rappresenta Jago, Ninetto Davoli è Otello. Jago mette in atto nei confronti di Otello il falso tradimento di Desdemona con Cassio: Otello riceve da Jago un fazzoletto avuto con l’inganno da Desdemona e che lo stesso Jago utilizza come prova dell’infedeltà della donna, suscitando la gelosia e le smanie di vendetta di Otello. Il pubblico che assiste alla rappresentazione non accetta la conclusione della storia che, come nella tragedia di Shakespeare, prevede l’assassinio di Desdemona da parte di Otello: gli spettatori salgono sul palcoscenico, uccidono Jago e Otello e portano in trionfo Desdemona e Cassio. I due attori-marionette (Jago e Otello) vengono buttati nel camion della spazzatura, poi nella discarica. Jago e Otello, semisepolti dai rifiuti, vedono sopra di loro il cielo azzurro cosparso di nuvole bianche.

25 NOVEMBRE  h. 17 e h. 21
manifesto VANGELO_SECONDO_MATTEO_PASOLINIIl Vangelo secondo Matteo (1964)

Il film è una riproposizione molto fedele del Vangelo di Matteo. Si ripercorrono quindi le tappe della vita di Gesù Cristo: la nascita, Erode, il battesimo di Giovanni Battista fino ad arrivare alla morte e alla resurrezione. Non vi sono variazioni nella storia, né cambiamenti anche testuali apportati dal regista alla versione di san Matteo

About the author