L’uomo perfetto

L’uomo perfetto

- in ARCHIVIO, FILM
4777
Commenti disabilitati su L’uomo perfetto

Lucia è innamorata fin da piccola di Luca, coetaneo grasso e imbranato. Cresciuti, si perdono di vista. E quando si rivedono lui

Download PDF

Lucia è innamorata fin da piccola di Luca, coetaneo grasso e imbranato. Cresciuti, si perdono di vista. E quando si rivedono lui è diventato bello e brillante. Ma l’amica di entrambi, Maria, se lo accaparra… E quando Luca e Maria decidono di sposarsi, Lucia metterà in campo una strategia ardita per conquistare l’amico di sempre: “affittare” un uomo bellissimo, istruirlo sui gusti della difficile Maria per renderlo “perfetto” e mandare a monte il matrimonio. Ma, ovviamente, non ha calcolato il fascino dell’uomo ingaggiato per l’impresa…,Al suo secondo film Luca Lucini (Tre metri sopra il cielo) impagina con brio e ritmo un film giovanilista, molto milanese ma anche ricco di cliché (gli aperitivi, i locali trendy, l’ambiente pubblicitario, la moda…) sul capoluogo lombardo e chi ci vive. Complice la sceneggiatura di Lucia Moisio e Marco Ponti (si sente soprattutto la mano del regista di Santa Maradona e A/R Andata e Ritorno), azzecca tante annotazioni “sociologiche” sulle incertezze e inadeguatezze sentimentali dei giovani d’oggi, e infatti diverte quanto basta, anche grazie a una struttura da commedia degli equivoci aggiornata ai ritmi odierni; però lo sguardo – disincantato, perché tutto sommato indifferente a una prospettiva “morale” – rimane superficiale, quasi a non voler chiedere troppo allo spettatore. E qualche volgarità di troppo era evitabile.,Detto questo, il quartetto di attori protagonisti è perfetto per le rispettive parti (la migliore è Francesca Inaudi, già brava in Dopo mezzanotte), i dialoghi sono pimpanti, la confezione molto più curata della media, tra tante commedie sciatte. Ci si può anche accontentare, ma Ponti & Lucini si affrettino a maturare (le opere prime e seconde godono di una condiscendenza critica che con il passare del tempo cala). Magari cominciando ad amare di più i propri personaggi e i loro destini.,Antonio Autieri

About the author