Al via il prossimo 15 novembre l’edizione 2019 di Filmmaker Festival, in programma fino al 24 novembre a Milano presso Arcobaleno Film Center, Cinema Beltrade e FilmTv Lab

Al centro della manifestazione, come sempre, il cinema documentario e – più in generale – “di ricerca”: un’identità netta e riconoscibile che da quarant’anni, all’interno di un panorama nazionale affollato di appuntamenti, fa di Filmmaker un punto di riferimento per chi vuole scoprire e sostenere nuovi autori e nuove forme cinematografiche.

Sei le sezioni in cui si articola il programma di quest’anno: Concorso Internazionale, Prospettive, Fuori concorso, Filmmaker Moderns, Fuori formato, Alain par Cavalier, cui si aggiungono i film di apertura e chiusura, per un totale di 99 titoli, di cui 31 in anteprima assoluta, 3 in anteprima europea e 26 in anteprima italiana.

EVENTO SPECIALE – APERTURA

L’apertura del festival, venerdi 15 novembre, è affidata a Nomad: In the Footsteps of Bruce Chatwin, il nuovo documentario di Werner Herzog (in uscita nelle sale italiane nel 2020 con Feltrinelli Real Cinema e Wanted): non un semplice biopic di Bruce Chatwin, ma il racconto commovente di un’amicizia – quella tra lo scrittore di In Patagonia e il regista – nel quale l’autore mette in gioco tutto se stesso e il proprio desiderio di fare cinema.

EVENTO SPECIALE – FUORI CONCORSO

Tra le proposte Fuori concorso, l’evento speciale Varda par Agnès, il film-testamento di Agnes Varda (nelle sale il prossimo anno distribuito dalla Cineteca di Bologna), che tra immagini di repertorio e incontri col pubblico ne ripercorre la carriera di filmmaker e artista a partire dagli esordi come fotografa e poi dal debutto nel cinema con La pointe courte (1955). Le immagini dei suoi film e di inediti “dietro le quinte” – come nel caso del set di Senza tetto né legge (1985) – accompagnano un percorso che va dagli albori della Nouvelle Vague al piu recente Visages, Villages (2017) realizzato con il giovane artista JR. Un tragitto in cui l’avvento del digitale nei primi anni duemila segna un momento di cesura e svela la natura curiosa e di costante apertura al mondo di Varda, fra le prime a sperimentare con il nuovo mezzo e a coglierne il potenziale di libertà. Varda par Agnès sintetizza un’avventura spericolata nel cinema durata 65 anni e interrotta solo dalla scomparsa nel marzo di quest’anno.

EVENTO SPECIALE – CHIUSURA

L’ultima serata del festival è dedicata a Vitalina Varela, vincitore del Pardo d’oro a Locarno dove ha vinto anche il premio per la migliore attrice.

 

Filmmaker è sostenuto da Comune di Milano, Regione Lombardia, Ministero per i Beni e le Attivita Culturali e del Turismo con la collaborazione di Forum Austriaco di Cultura, Goethe-Institut Mailand, Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, Università degli Studi di Udine – Camera Ottica di Gorizia, UnzaLab, Start Srl, Movie People

I LUOGHI DEL FESTIVAL

Arcobaleno Film Center, Viale Tunisia 11

Cinema Beltrade, via Nino Oxilia 10

Film Tv Lab, via S. Giovanni alla Paglia 9

TICKETS

Biglietto ingresso: euro 7,50

Abbonamento intero: euro 30 – Abbonamento ridotto: euro 25

INFORMAZIONI

Associazione Filmmaker

Tel. 02 3313411 – segreteria@filmmakerfest.org

Web: filmmakerfest.com

Facebook: FILMMAKERFESTIVAL

Twitter: filmmaker_fest

Instagram: @filmmakerfest