Ai Nastri trionfa Bellocchio

Ai Nastri trionfa Bellocchio

- in EDITORIALI, IN EVIDENZA, NEWS
518
Commenti disabilitati su Ai Nastri trionfa Bellocchio

Ben 7 premi per “Il traditore”, tra cui per miglior film, regia e interpretazione di Pierfrancesco Favino

Download PDF

La 73ma edizione dei Nastri d’argento, che si sono svolti sabato 29 giugno, ha avuto un chiaro vincitore. Il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI) per il 2019 ha infatti assegnato ben 7 premi a Il traditore di Marco Bellocchio: miglior film, regia, sceneggiatura, montaggio, colonna sonora, attore protagonista a Pierfrancesco Favino e attori non protagonisti a Luigi Lo Cascio e Fabrizio Ferracane. Era già stato annunciato, invece, il nastro come film dell’anno a Sulla mia pelle di Alessio Cremonini. Tra le attrici, vittoria per Anna Foglietta (protagonista per Un giorno all’improvviso), Marina Confalone (non protagonista per Il vizio della speranza) e Paola Cortellesi (migliore attrice di commedia per Ma cosa ci dice il cervello). A Stefano Fresi invece il Nastro per il miglior attore di commedia (grazie alle sue prove in C’è tempo, L’uomo che comprò la luna e Ma cosa ci dice il cervello) e il premio Nino Manfredi. Miglior commedia Bangla dell’esordiente Phaim Bhuyian, a Serena Rossi un Nastro speciale per il film tv Io sono Mia. Infine, alla Groenlandia di Matteo Rovere e Sidney Sibilia il premio come miglior produttore per Il primo re e Il campione, il film diretto da Leonardo D’Agostini che a sua volta ha vinto come miglior opera ex aequo con Ride di Valerio Mastandrea. Un Premio Speciale per Dafne di Federico Bondi, e alla casa di produzione Fandango di Domenico Procacci per i suoi primi trent’anni di attività. Tra gli altri numerosi riconoscimenti, curioso quello per il miglior “cameo”, assegnato ad Adriano Panatta davvero esilarante nella parte di se stesso in La profezia dell’armadillo.

«Troppi premi? Forse, ma sono segnalazioni decisamente significative e meritate: la scelta del Direttivo ha voluto sottolineare la qualità di un anno di ripresa assoluta nella qualità del cinema italiano, in netta controtendenza sull’andamento dei dati nelle sale» ha spiegato Laura Delli Colli, Presidente SNGCI. «Fare cronaca, segnalando fenomeni, eccellenze, novità, scoperte è il nostro mestiere. Un piacere farlo quest’anno, con il parterre dei nostri candidati e vincitori, anche se speriamo che il cinema italiano continui a puntare soprattutto nella qualità e nella sorpresa».

La serata dei Nastri d’argento, consegnati sabato 29 giugno al Teatro Antico di Taormina, andrà in onda in differita, su Rai1 in seconda serata lunedì 8 luglio, condotta da Anna Ferzetti.

Danilo Biazzo

TUTTI I PREMI 2019

IL FILM DELL’ANNO: Sulla mia pelle di Alessio Cremonini

Con i Nastri al regista e al produttore Andrea Occhipinti

E ai protagonisti Alessandro Borghi e Jasmine Trinca

Premiati anche sceneggiatura e fotografia

MIGLIOR FILM: Il traditore di Marco Bellocchio

MIGLIORE REGIA: Marco Bellocchio per Il traditore

MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE ex aequo: Leonardo D’agostini per Il campione;

Valerio Mastandrea per Ride

MIGLIOR SOGGETTO: Paola Randi per Tito e gli alieni

MIGLIORE SCENEGGIATURA: Il traditore (Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo, con la collaborazione di Francesco La Licata)

MIGLIORE COMMEDIA: Bangla di Phaim Bhuiyan

MIGLIOR PRODUTTORE: Groenlandia Group per Il primo Re (con Rai Cinema) e Il Campione (con Rai Cinema e 3 Marys entertainment)

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA:Pierfrancesco Favino per Il traditore

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA: Anna Foglietta per Un giorno all’improvviso

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA: Luigi Lo Cascio e Fabrizio Ferracane per Il traditore

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA: Marina Confalone per Il vizio della speranza

MIGLIOR ATTORE COMMEDIA e PREMIO NINO MANFREDI: Stefano Fresi per C’è tempo, L’uomo che comprò la luna, Ma cosa ci dice il cervello

MIGLIORE ATTRICE COMMEDIA: Paola Cortellesi per Ma cosa ci dice il cervello

MIGLIORE FOTOGRAFIA: Daniele Ciprì per Il primo Re e La paranza dei bambini

MIGLIORE SCENOGRAFIA: Carmine Guarino per Il vizio della speranza

MIGLIORI COSTUMI: Giulia Piersanti per Suspiria

MIGLIOR MONTAGGIO: Francesca Calvelli per Il traditore

MIGLIOR SONORO IN PRESA DIRETTA: Angelo Bonanni per Il primo Re

MIGLIORE COLONNA SONORA: Nicola Piovani per Il traditore

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE: ‘A speranza (Il vizio della speranza) di Enzo Avitabile

 

I PREMI SPECIALI 2019

(assegnati dal Direttivo Nazionale)

Dafne di Federico Bondi (Vivo Film con Rai Cinema e Istituto Luce Cinecittà)

Fandango – A Domenico Procacci per i suoi primi 30 anni di cinema

NASTRI d’ARGENTO SPECIALI

Per la migliore interpretazione a Serena Rossi nel film Io sono Mia

Per la migliore interpretazione del brano “Domani è un altro giorno” nel film omonimo a Noemi

PERSOL Nastri d’ARGENTO – PERSONAGGIO DELL’ ANNO

Andrea Carpenzano per Il Campione

—————————–

PREMIO NASTRI d’ARGENTO – SIAE

per la giovane sceneggiatura

Giulia Steigerwalt

(Croce e delizia – Il Campione)

——————————

NASTRI d’ARGENTO – NUOVO IMAIE

per il Doppiaggio

Angelo Maggi (Steve Coogan) e Simone Mori  (John C.Reilly) in Stanlio e Ollio

(Lucky Red)

——————————

PREMIO HAMILTON BEHIND THE CAMERA – NASTRI d’ARGENTO

Stefano Sollima per Soldado

——————————

PREMIO “GRAZIELLA BONACCHI” 2019

Linda Caridi per Ricordi?

——————————

PREMIO GUGLIELMO BIRAGHI

Per le ‘promesse’ dell’anno

Benedetta Porcaroli per Tutte le mie notti

Giampiero De Concilio per Un giorno all’improvviso

Chiara Martegiani per Ride

Pietro Castellitto pe La profezia dell’armadillo

——————————

I NASTRI DELLA LEGALITÀ

In collaborazione con il Festival “Trame – Festival dei libri sulle mafie”

Sembra mio figlio di Costanza Quatriglio

A mano disarmata di Claudio Bonivento, con Claudia Gerini

—————————————

PREMIO NASTRI D’ARGENTO – WELLA

Per l’immagine

Anna Ferzetti

Domani è un altro giorno

———————————–

CAMEO DELL’ ANNO

Adriano Panatta in La profezia dell’armadillo

About the author